Senza istruzione corriamo il rischio di prendere sul serio le persone istruite. G.K.C.

10 righe fra le “notizie brevi” in tredicesima pagina: ecco quanto ha dedicato il quotidiano “Il Messaggero” alla tragica morte di un neonato soffocato e gettato in un sacchetto dalla madre rumena a Lecce. Se un fatto così tragico ha così poca risonanza, possiamo dire, senza paura di essere smentiti, che la vita per qualcuno non vale più niente. Stiamo però pur certi che se a morire fosse stato un delfino o una foca monaca allora avremmo trovato un titolo a caratteri cubitali in prima pagina…

Share